Scuola

Bambina sospesa da scuola per aver abbracciato la compagna

In Veneto una bambina è stata sospesa da scuola per aver salutato una compagna di classe con un abbraccio, violando così la normativa anti Covid. La bambina di appena dodici anni è stata sospesa per un giorno dalle lezioni scolastiche per non aver rispettate le norme comportamentali.

Stando a quanto risulta, tuttavia, ci sarebbero stati anche altri episodi. La bambina è stata infatti accusata di non aver tenuto la mascherina sul viso. Il caso, che ha fatto discutere, è capitato nella scuola media Romolo Onor di San Donà di Piave, in provincia di Venezia.

La distanza interpersonale di un metro e la mascherina per tutti dopo i sei anni di età sono tra le indicazioni principali del documento con le misure per il rientro a Scuola a settembre.

La regione Veneto risulta essere la Regione attualmente più in emergenza. Il Governatore Luca Zaia ha spiegato la situazione tramite un’intervista pubblicata dal Corriere della Sera. “Passiamo tutti i giorni per la regione con il maggior numero di contagi – inizia -. Il primo giorno che ci siamo presi il primato avevamo fatto circa 60 mila tamponi tra rapidi e molecolari”.

In altre parole il Governatore della Regione sostiene che il picco dei contagi in Veneto sia dovuto soprattutto al fatto che siano stati fatti molti tamponi.

“Noi da sempre facciamo un gran numero di tamponi rapidi. Che però, sulla base della circolare del febbraio scorso, non possono essere inclusi nella statistica. O meglio: i positivi sono contati, ma il loro numero viene caricato sui soli tamponi molecolari. Ma nei prossimi giorni, questo cambierà”, conclude.

Continua a leggere Tabloid comodamente su smartphone da Facebook, Twitter, Instagram, Google News

Potrebbe interessarti