Lifestyle

Essere liberi significa avere tempo, la lezione di José Pepe Mujica

Jose Pepe Mujica

Il tempo è il segreto della libertà, parola di Josè Pepe Mujica. “Non mi stancherò mai di spiegare che per essere liberi bisogna avere tempo: tempo da spendere nelle cose che ci piacciono, poiché la libertà è il tempo della vita che se ne va e che spendiamo nelle cose che ci motivano”.

Il libro di José Pepe Mujica

E’ questo il senso della vita secondo l’allora presidente uruguayano e Cristina Guarnieri. Con la direttrice editoriale di EIR, una casa editrice indipendente italiana, nel 2015, è nato La felicità al potere, il primo libro firmato dal presidente Mujica.

José Pepe Mujica parla di lavoro e beni materiali

“Mentre sei obbligata a lavorare per sopperire alle tue necessità materiali, non sei libera, sei schiava della vecchia legge della necessità” proseguiva il presidente.

“Ora, se non poni un limite alle tue necessità, questo tempo diventa infinito. Detto più chiaramente: se non ti abitui a vivere con poco, con il giusto, dovrai vivere cercando di avere molte cose e vivrai solo in funzione di questo. Ma la vita se ne sarà andata via…”.

“Oggi la gente sembra non accorgersene e si preoccupa soltanto di comprare e comprare e comprare, in una corsa infinita…”.

Le parole dell’allora presidente su Papa Francesco

“È un personaggio. Un personaggio che fa bene alla cristianità, e a questa America ancora di più […]. Bergoglio continua a essere un uomo austero come lo è stato per tutta la sua vita. E sta vivendo in modo completamente diverso da come hanno vissuto tradizionalmente i papi. Porterà un cambiamento importante nella vita della Chiesa […].

Ovviamente è un Papa singolare, ha tutte le chiavi della comunicazione, è come parlare a un amico del quartiere, e questo ha un certo vantaggio, apre le porte a una intimità. È un Papa che, se lo lasceranno fare, compirà una rivoluzione nella Chiesa in direzione dell’umiltà, della semplicità”.

 

Leggi altro su Tabloid. Segui le pagine Facebook - Twitter - Instagram
Riproduzione consentita con link a originale e citazione fonte della tabloidonline.it