Lifestyle

Giornata nazionale degli alberi: un viaggio alla scoperta delle più belle case sull’albero

Giornata nazionale degli alberi

Il 21 novembre si celebra la Giornata nazionale degli alberi. Per l’occasione, Pitchup.com, piattaforma di “instant booking” per le vacanze outdoor leader in Europa, invita a sognare e a scoprire alcune delle case sull’albero più belle in Europa e oltreoceano. Perchè il nostro sogno di bambini possa farsi realtà una volta terminato questo periodo di clausura forzata.

La Giornata nazionale degli alberi nasce nel 1898, per iniziativa dell’allora Ministro dell’Istruzione Guido Baccelli. Obiettivo della ricorrenza è di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e ricordare il ruolo fondamentale ricoperto da boschi e foreste.

Se il nuovo lockdown ci impone restrizioni, nulla ci impedisce però di sognare, durante la Giornata nazionale degli alberi, la vacanza che faremo quando tutto sarà finito. E quale luogo migliore e più a contatto con la natura, dopo tanti mesi di reclusione domestica, di una casetta sull’albero? Il nostro viaggio con la fantasia può iniziare esplorando su Pitchup.com le più belle dimore sugli alberi in Italia, Francia, Inghilterra e perfino Sudafrica. Perchè non si è mai troppo grandi per tornare bambini e immaginare di dormire, almeno per una notte, sospesi da terra, immersi nella natura.

Ecco i suggerimenti di Pitchup.com

Glamping ll Sole, Civitella Paganico, Italia – Tra i vigneti del Chianti e la costa della Maremma, il Glamping Il Sole in Toscana è il luogo ideale per chi cerca tranquillità e silenzio, nonché un’accoglienza familiare e tanti prodotti dell’azienda agricola da gustare, fatti in casa a chilometro zero. La casa sull’albero, che può ospitare fino a 3 persone, è la soluzione perfetta se si vuole godere di una vista spettacolare: campi verdeggianti, frutteti e uliveti, orti e pascoli.

Domaine de Pech et Lafon, Clairac, Francia – Nel dipartimento francese di Lot e Garonna, il Domaine de Pech et Lafon offre ospitalità in lussuose case sull’albero. Questo posto si trova in una foresta di querce di 15 ettari e propone alloggi con tema e stili diversi, tutti dotati di vasche idromassaggio private. All’interno, una zona notte con letto matrimoniale, un salottino, un’area per la colazione e un sistema hi-fi e TV con una rilassante animazione “effetto caminetto”. Nelle vicinanze, affacciata sulla valle della Garonna, una piscina a sfioro circondata da lettini per godersi il panorama.

Domaine de Chaligny, Saint-Hilaire-en-Morvan, Francia – All’interno del Parco Naturale Regionale del Morvan in Borgogna, il Domaine de Chaligny è una struttura per famiglie che si estende per 15 ettari nei terreni di uno splendido castello a cinque minuti di auto da Château-Chinon. Gli ospiti potranno vivere l’esperienza di dormire tra le chiome degli alberi e risvegliarsi ascoltando i suoni della natura. Inoltre, per assecondare il ritmo lento che caratterizza questi luoghi, avranno la possibilità di prenotare pranzi al sacco, cocktail e piatti fatti in casa recapitati direttamente ai piedi dell’albero.

Wootton Park, Henley-in-Arden, Inghilterra – Nel verde del Warwickshire, non lontano da Worcester, si può trovare Wootton Park, una struttura che offre pod di lusso, dotati di ogni comfort, disseminati nella tranquilla campagna inglese. Tra questi, un Tree Pod, che offre l’emozione di guardare il mondo dall’alto. Questa stupenda casa sull’albero, arredata con eleganza, può ospitare fino a 2 adulti e 2 bambini ed è dotata addirittura di vasca idromassaggio, accappatoi, lenzuola, asciugamani e, ovviamente, di tutto l’occorrente per il tè. Nella struttura, non mancano un salone di bellezza e un maneggio per chi ama cavalcare.

Bonamanzi Game Reserve, Hluhluwe, Sudafrica –  Suggestiva e selvaggia, la Bonamanzi Game Reserve si trova nella provincia di KwaZulu-Natal, zona sudorientale del Sudafrica. Grazie all’incredibile biodiversità del territorio ci si potrà regalare un soggiorno nella natura più incontaminata alla scoperta di panorami e tramonti mozzafiato. Trascorrere la notte in una casa sull’albero non è sufficiente? Non mancheranno safari nella natura alla ricerca di animali e uccelli di ogni specie. A disposizione degli ospiti, anche una piscina all’aperto per rinfrescarsi nelle giornate più calde e un ristorante con piatti locali.

Pandemia e lockdown fanno crescere l’attenzione all’ambiente. Lo dicono le ricerche

Secondo una ricerca di Boston Consulting Group, la crisi data dalla pandemia sta guidando un rilevante cambiamento a livello individuale. Un terzo degli intervistati afferma di star già praticando comportamenti green in modo costante – il 25% di più da quando la crisi è iniziata – e ben il 40% intende avere comportamenti più sostenibili in futuro.

L’88% dei consumatori italiani intervistati per l’Osservatorio Mensile Findomestic ed Eumetra, ritiene importante che un prodotto sia sostenibile. La coscienza ambientale degli italiani è sempre più forte, tanto che, rispetto a due anni fa, l’81% degli intervistati – erano il 73% a ottobre 2018 – è disposto oggi a spendere di più per acquistare prodotti o servizi rispettosi dell’ambiente.

Secondo il Rapporto sull’Economia del Benessere 2020 di Philips, a seguito della pandemia, gli italiani stanno rivedendo scelte e priorità. Circa 3,5 prodotti su 10 che mettiamo oggi nei nostri carrelli sono “sostenibili”, mentre quasi 4 italiani su 10 dimostrano una buona propensione a spendere di più pur di poter consumare prodotti ecosostenibili.

Il campeggio risulta quindi un modo sostenibile di viaggiare. Non c’è infatti miglior alloggio che riesca a soddisfare le aspettative di sostenibilità dei clienti, che sono ormai all’ordine del giorno. La costruzione di campeggi e piazzole all’aperto sfrutta una minor intensità di carbonio rispetto agli alberghi e simili, prediligendo l’uso di materiali naturali come il legno. L’impronta di carbonio è bassa grazie all’uso di energie rinnovabili, ai servizi di raccolta differenziata e a una mentalità slow food, promuovendo prodotti locali e attività a basso impatto ambientale. Poiché i campeggi attirano un numero elevato di clienti a un costo proporzionalmente inferiore rispetto agli hotel, contribuiscono anche di più a sostenere le strutture locali (negozi, bar, asporto, ecc.) a beneficio dell’intera comunità, soprattutto in considerazione delle zone prevalentemente rurali.

Comunicato stampa di Pitchup.com

Continua a leggere Tabloid comodamente su smartphone da Facebook, Twitter, Instagram, Google News

Potrebbe interessarti