Rubrica alla Cattedra

“Il marito di una maestra sa che le maestre non lavorano solo 4 ore al giorno”

marito maestra

IL MARITO DI UNA MAESTRA

Il marito di una maestra sa che quando finisce il rotolo della carta igienica deve chiedere il permesso prima di buttarlo, perché potrebbe servire per fare un lavoretto.

Il marito di una maestra sa che anche se fa l’impiegato, all’occorrenza deve trasformarsi in falegname o elettricista.

Il marito di una maestra le fa le fotocopie.

Il marito di una maestra è abituato a sentirla parlare con sigle misteriose: pof, ptof, rav, pon, pdp…

Il marito di una maestra conosce i nomi dei suoi alunni, soprattutto dei più pestiferi.

Il marito di una maestra quando la vede tutta concentrata a chattare sa che non ha l’amante ma sta commentando con la collega qualche episodio successo a scuola.

Il marito di una maestra trasporta i fondali, li monta e fa il tecnico del suono per la recita.

Il marito di una maestra fa il consulente informatico quando il pc ha qualcosa che non va.

Il marito di una maestra sa che verrà ripreso per gli errori di ortografia e non potrà usare la scusa del T9.

Il marito di una maestra sa che se le suggerisce di mettersi in mutua la risposta sarà:”E poi la classe chi la copre?!”.

Il marito di una maestra raccoglie conchiglie al mare e pigne in montagna.

Il marito di una maestra sa che le maestre non lavorano solo 4 ore al giorno.

Il marito di una maestra sa che il primo settembre lei uscirà di casa con il buon proposito di fare un po’ meno dell’anno precedente e tornerà a casa con l’elenco delle commissioni in cui è stata infilata, più lungo dall’anno precedente.

Il marito di una maestra ascolta tutti i suoi sfoghi.

Il marito di una maestra la ama anche per la passione che lei mette in tutto ciò che fa.

Tratto dalla pagina Facebook “La filosofia di Lucy”

Leggi altro su Tabloid. Segui le pagine Facebook - Twitter - Instagram
Riproduzione consentita con link a originale e citazione fonte della tabloidonline.it