Scuola

La carica dei 100 mila

scuola

E’ arrivato decisamente il momento della riscossa per i 100 mila docenti in attesa di stabilizzazione così come anche sottolineato dal Senatore Pittoni (Lega) in uno dei suoi post, si cerca di dare una ultima possibilità anche ai docenti in possesso del Diploma magistrale conseguito ante 2001, che stando a quanto contenuto nella bozza diramata dal MI, rischierebbero di essere scavalcati persino dai laureandi in Scienze della Formazione Primaria, che senza alcuna esperienza potrebbero entrare in classe a partire dal primo settembre 2020. A riportare l’indiscrezione, contenuta nella bozza dell’ordinanza per le nuove graduatorie provinciali, è il quotidiano Il Corriere della Sera.

Supplenze anno scolastico: ipotesi MI assunzione studenti iscritti al quarto anno Scienze Formazione Primaria.

E’ bene precisare che si tratta di un’idea contenuta nella bozza del decreto, nulla di definitivo, quindi: in ogni caso si prevederebbe l’assunzione a tempo determinato nel ruolo di docenti di Scuola dell’Infanzia e Primaria anche di laureandi in SFP. Per poter aspirare alle cattedre, gli studenti di Scienze della Formazione Primaria dovranno essere iscritti al quarto anno del corso di studio e aver conseguito almeno 150CFU sui 300 previsti per le materie del corso. Gli studenti non andrebbero a svolgere il proprio servizio in qualità di tirocinanti affiancati, bensì come veri e propri docenti alla guida delle classi loro assegnate.

Parole aspre del Deputato della Lega, Rossano Sasso nei confronti del Ministro Azzolina

Durissime le parole del Deputato leghista, R. Sasso: “Incaricare gli studenti universitari per le supplenze nel prossimo anno scolastico è un’autentica idiozia. Il ministro Azzolina eviti di coprirsi per l’ennesima volta di ridicolo e smentisca quanto pubblicato da autorevoli organi di stampa. Oltre al danno, per i docenti precari sarebbe la beffa.” Il deputato leghista sottolinea l’importanza dell’attivazione di percorsi abilitanti e in attesa che gli studenti e le studentesse abbiano completato il loro ciclo di studi ritiene necessario utilizzare le decine di migliaia di precari per le supplenze.

Durissima anche la replica del Senatore Pittoni “E’ in atto la progressiva precarizzazione dei docenti a scapito della qualità dell’insegnamento. Contro il Ministro Azzolina, che ne è responsabile, siamo riusciti a imporre lo stanziamento necessario alla sopravvivenza delle scuole paritarie. E’ il momento – dichiara – il Senatore leghista, di provare a isolare Azzolina anche sull’abuso del precariato, chiedendo appoggio trasversale a due nostri ordini del giorno collegati al decreto Rilancio all’esame della Camera, che impegnano il Governo ad assumere subito a tempo indeterminato da graduatoria per titoli e servizio fino a 100 docenti”. Questo lo dichiara il Senatore Mario Pittoni, presidente della Commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile del dipartimento Scuola della Lega.

di Bruno Ventura – Visita il suo blog sulla scuola

Continua a leggere Tabloid.
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram