Attualità

Mascherine, perché è importante tagliare le cordicelle

Diventate ormai strumento indispensabile e obbligatorio per combattere la pandemia, le mascherine possono diventare, però, un problema per l’ambiente: in questo articolo vi spieghiamo perché sarebbe bene tagliare le cordicelle laterali prima di gettarle via.

Lo smaltimento 

Ormai parte integrante della nostra quotidianità, la mascherina è lo strumento necessario per combattere la pandemia. La quantità utilizzata ogni giorno è enorme, e ciò può causare dei gravi danni all’ambiente. Essendo costituite da un materiale poco biodegradabile, è molto difficile da smaltire. La soluzione, ovviamente, non è quella di gettarle a terra, come purtroppo spesso avviene: sarà capitato a tutti di vedere mascherine abbandonate lungo i marciapiedi o per terra.

Le mascherine vanno gettate nell’indifferenziato, con però una piccola accortezza: quella di tagliare le cordicelle.

Perché tagliare le cordicelle

Prima di gettare via le mascherine usate, sarebbe bene tagliare le cordicelle. Questo piccolo gesto può aiutare gli animali come uccelli di terra e acquatici. Come avviene per gli oggetti di plastica, il rischio è che non tutta la mole di mascherine venga smaltita e che quindi si disperda nell’ambiente.

Le cordicelle, se non tagliate, costituiscono un rischio per gli animali come gli uccelli, i cui becchi e zampe potrebbero rimanere intrappolati. Proprio per questo motivo, come avviene per altri oggetti di plastica come cannucce e anelli di plastica per lattine, sarebbe bene tagliare le cordicelle delle mascherine.

Continua a leggere Tabloid.
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram