Meteo

Meteo, prima il caldo afoso poi le tempeste: le previsioni

Meteo. Dopo la parentesi turbolenta che ha interessato alcune zone del nostro Paese tra domenica lunedì, l’alta pressione sta cercando subito di ricucire lo strappo, con l’intento di riproporci una rinnovata e calda stabilità atmosferica. Tuttavia, i prossimi giorni, sembrano destinati ad essere un po’ estremi in quanto, dopo un ritorno al bel tempo condito da un escalation delle temperature, viene confermato dai modelli l’arrivo di forti temporali.

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK DEL METEO

Ma andiamo con ordine e vediamo cosa ci propongono le previsioni per il resto della settimana.

Previsioni meteo mercoledì

Da mercoledì 26, salvo per qualche nube di passaggio sull’arco alpino e sulla fascia prealpina, l’alta pressione si farà più invadente tornando a dispensare bel tempo sollecitando ulteriormente i termometri, che subiranno una generale ripresa, pur mantenendosi su valori meno elevati rispetto alla calura che ha colpito l’Italia sul finire della scorsa settimana.

Giovedì 27

Anche la giornata di giovedì 27 trascorrerà all’insegna di una totale stabilità atmosferica con tanto sole e pure con clima più caldo, specialmente al Centro-Nord, tuttavia non particolarmente fastidioso per via di una meno esuberante umidità.
La calura tornerà comunque a farsi sentire su molte regioni. Ci attendiamo infatti picchi di 34/35°C a Bologna32/33°C a Milano e Torino. Sul gradino più alto del podio troveremo ancora una volta Firenze con punte di 34/35°C seguita da Roma con 32/33°C. Al Sud non ci saranno invece scossoni, con valori diffusamente prossimi ai 30°C.

Meteo venerdì 28

Da venerdì 28 avremo i primi segnali di un cambiamento: nel corso della giornata è atteso infatti il ritorno dei temporali, dapprima sui rilievi alpini centro-occidentali, poi entro la serata in graduale movimento verso pianure di Lombardia Veneto. Attenzione al rischio di fenomeni anche di forte intensità. Nubi sparse le troveremo sui restanti settori del Nord e in genere al Centro-Sud.
La maggiore presenza di temporali farà poi calare i termometrisui rilievi alpini e su alcuni tratti del Nordovest, mentre al Sud registreremo un temporaneo deciso aumento a causa di correnti calde sciroccali.

Tutto ciò sarà il preludio alla “rottura” che avverrà nel corso del prossimo weekend quando una profonda saccatura nord-atlantica riuscirà a spingersi ulteriormente verso l’Italia. Sabato ci attendiamo tempo instabile con forti temporali su molte zone del Nord, mentre domenica verrà coinvolta anche parte del Centro.
Sui dettagli di questo deciso peggioramento restiamo tuttavia in attesa di nuove conferme.

Leggi altro su Tabloid. Segui le pagine Facebook - Twitter - Instagram
Riproduzione consentita con link a originale e citazione fonte della tabloidonline.it