Economia Scuola

Pensioni, taglio di 600 euro per chi aderisce a Opzione donna

PENSIONI

Pensioni di anzianità, Quota 100, Ape social, Opzione donna: chi più ne ha ne metta. Sono tutti i modelli di anticipo pensionistico che nel 2021 permetteranno di andare in pensione dal lavoro anzitempo. Peccato che il docente italiano medio, anche se nell’80 per cento dei casi sarebbe il caso di dire “le docenti”, continui in netta prevalenza ad andare in pensione oltre i 65 anni, spesso a 67 compiuti, così come voluto dall’ultima scellerata riforma previdenziale Monti-Fornero che ha fatto seguito a quella altrettanto inaccettabile ideata qualche anno prima dal ministro Giuliano Amato. Tra volere e potere, infatti, ci si sono messe le norme restrittive approvate negli ultimi lustri.

Norme che oggi non fanno altro che alzare ancora di più l’età anagrafica dei nostri insegnanti, peraltro già tra i più vecchi al mondo. Lavoratori che per via delle continue relazioni con gli utenti scolastici si ritrovano dopo i 55 anni con disturbi e patologie da stress come in nessun altro comparto. Ecco perché le loro vanno collocate tra le professioni gravose.

“Come si fa a chiedere a una docente, a un’amministrativa o ad una collaboratrice scolastica di tagliarsi dalla pensione anche più di 600 euro al mese? Lo riteniamo un prezzo da pagare altissimo. Ancora di più perché lo si chiede a dei dipendenti pubblici nei confronti di quali non si applica alcuna considerazione per l’alta percentuale di insorgenza di malattie professionali derivanti al cosiddetto burnout: una condizione che comporta maggiore vulnerabilità psico-fisica in chi insegna e in generale di chi opera nei nostri istituti scolastici. Ecco perché continuiamo a chiedere una finestra d’accesso specifica per chi lavora a Scuola, la quale permetta di lasciare il lavoro a 61 anni. In ballo c’è un rischio biologico che lo Stato non ha mai voluto accertare e che però con il Covid è diventato palese. Gli oltre 200 mila insegnanti over 55, che l’Inps sino alla scorsa primavera collocava tra i ‘fragili’, salvo poi rimangiarsi tutto in estate, non possono attendere quasi 70 anni di età per andare in pensione”.

COMUNICATO STAMPA ANIEF

Continua a leggere Tabloid comodamente su smartphone da Facebook, Twitter, Instagram, Google News

Potrebbe interessarti