Scuola

Si rifiuta di chiudere gli occhi durante un’interrogazione a distanza: la prof le mette 3

Si è rifiuta di chiudere gli occhi durante un’interrogazione durante l’interrogazione a distanza. La prof, non soddisfatta, le ha messo tre.

LA PROTAGONISTA DELLA VICENDA UNA STUDENTESSA LICEALE

I fatti sono accaduti lo scorso 29 maggio. Protagonista della vicenda una studentessa iscritta al primo anno di un liceo Scientifico di Roma Nord, che si è opposta a quella richiesta del docente che, in videochat a distanza, pur potendo vedere la ragazza, ha preteso che la giovane chiudesse gli occhi e rispondesse alle domande, forse per assicurarsi che nessuno le potesse suggerire le risposte.

“TUTTI CHIUDONO GLI OCCHI E QUINDI LO DEVI FARE ANCHE TU”

Come riporta Il Messaggero, la docente prima di annotare il voto sul registro elettronico, senza che la giovane fosse valutata per la sua preparazione, ha specificato che “tutti fanno così, chiudono gli occhi e quindi lo devi fare anche tu”. A denunciare l’episodio è la mamma di Margherita che ha scritto alla dirigente scolastica della scuola per chiedere chiarimenti in merito.

LA FAMIGLIA DELLA STUDENTESSA E’ INSORTA VERSO LA DOCENTE E LA DAD

Ma dalla scuola attende ancora una risposta. “Mia figlia – spiega la donna, anche lei docente – non è stata valutata per la sua preparazione ma per il comportamento: per essersi opposta a una richiesta che trovo molto discutibile”. La signora si è anche rivolta a un avvocato e intende andare a fondo della vicenda “perché nonostante la didattica a distanza non è previsto da nessun protocollo ministeriale – commenta – che le interrogazioni debbano svolgersi in questo modo”.

Leggi altro su Tabloid. Segui le pagine Facebook - Twitter - Instagram
Riproduzione consentita con link a originale e citazione fonte della tabloidonline.it