Cucina Lifestyle

Struffoli di Natale napoletani: ecco la ricetta originale di Salvatore De Riso

Gli struffoli sono dolci tipici del periodo natalizio, molto diffusi a Napoli e nel sud Italia. Si tratta di piccole sfere di pasta, prima fritte e poi tuffate nel miele e ricoperte di frutta candita e confettini.

Nonostante siano ormai diventati simbolo del capoluogo campano, gli struffoli non sono frutto dell’inventiva napoletana: secondo la leggenda sarebbero stati infatti i Greci ad importarli e, proprio dalla parola greca strongoulos, ovvero arrotondato, avrebbe origine il nome di questo dolce. Iniziarono a diffondersi a Napoli nel XVII secolo quando le suore presero a distribuirli come presente durante il periodo natalizio. Di questo dolce esistono numerose varianti, ecco di seguito quella tradizionale proposta dal pasticciere di fama mondiale Sal De Riso.

Per l’impasto:

Mescolare la farina con i tuorli delle uova, incorporare l’olio, lo zucchero e l’anice, la buccia grattugiata del limone e il sale; ottenuto un composto omogeneo incorporare gli albumi montati a neve fermissima e far riposare riposare l’impasto ottenuto per un’ora in frigorifero avvolto nella pellicola da cucina.

Tagliare il panetto in tanti filoncini, da questi ritagliare dei piccoli gnocchetti e arrotondarli con le mani, quindi friggerli in olio d’arachidi ben caldo (circa 180°) fino a che non sono ben dorati.

Per la salsa all’arancia:

Spremere le arance, mettere il succo in un pentolino e portarlo ad ebollizione; a questo unire l’anice e farla evaporare. Unire a questo succo il miele leggermente scaldato e la scorza del limone.

Composizione degli Struffoli:

Irrorare gli struffoli ancora caldi con questa salsa di arancia, poi decorarli con la frutta candita tritata e degli zuccherini colorati.

FONTE RICETTAMANIA.IT

 

Leggi altre notizie su Tabloid. Segui le pagine Facebook - Twitter - Instagram