Lifestyle

Vocabolario 2021? Tutti i nuovi termini che abbiamo inserito dopo il Covid

vocabolario

Vocabolario più ricco dopo il corobavirus. ‘Covid-19’, ‘lockdown’, ‘distanziamento sociale’, ‘spillover’, ‘droplet’. E ancora: ‘autoquarantena’, ‘quarantenare’, ‘tamponare’, ‘biocontenimento’.

Ecco i nuovi verbi e i nuovi sostantivi dell’emergenza coronavirus, sempre più frequenti nel lessico famigliare (e non), tanto da approdare nell’edizione 2021 del vocabolario Devoto-Oli, fedele al suo ruolo di testimone del tempo.

Arrivato alla quarta edizione, dopo il completo rinnovamento, che ha prodotto una nuova idea di vocabolario, il nuovo Devoto-Oli avrà una caratteristica principale, ovvero “la spiccata attenzione alla contemporaneità del linguaggio”. Il vocabolario diventa un osservatorio privilegiato della lingua, mettendo al servizio dei propri lettori le conoscenze acquisite in tanti anni di monitoraggio e studio dell’italiano. Concepito da Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli nel lontano 1967, come autori si sono aggiunti nel tempo i filologi Luca Serianni e Maurizio Trifone che oggi sono alla guida dell’opera.

Gli altri neologismi

Il vocabolario ha introdotto nella lingua italiana anche nuovi termini nati in ambito politico come climaticida, denatalista, immigrazionismo, parlamentizzare.

E dall’economia arrrivano MES, bull market e bear market, tassa digitale ed anche ecotassa, quest’ultima figlia della transizione energetica.

La moda e le tendenze introducono nel vocabolario anche aquapole, aperisushi, fooding e dorayaki. Ma chissà se le insegnanti e gli insegnanti di lingua italiana saranno disposti ad accettare proprio tutte queste parole come parte integrante della lingua italiana.

Continua a leggere Tabloid.
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram